Cerca

Marketing e Comunicazione funzionano solo in coppia.

Singolarmente rischiano di non esprimere il massimo del loro potenziale. Insieme possono dare risultati spettacolari, a patto che tra i due ci sia una perfetta sintonia.


Tutti sanno cosa sia il marketing e tutti sanno cosa sia la comunicazione. È il termine "tutti" che mi spaventa perchè generalizza troppo. Personalmente sono convinta che nelle aziende spesso possa accadere di avere opinioni sul marketing più dettate dal sentito dire, che dalla pratica effettiva.

Il marketing non è una scienza esatta, ma una tecnica scientifica per studiare il comportamento del mercato, analizzare i bisogni espressi e inespressi dei consumatori.

Immaginate un esploratore alla ricerca di risposte, prima di agire studia e valuta le informazioni in suo possesso, si dota di tutti gli strumenti che potranno essergli utili e poi decide di mettersi in viaggio con una precisa strategia da seguire.

Arriverà alla meta? Troverà le risposte? Lui è un esploratore e ne è convinto.

Nel marketing funziona nello stesso modo, con una ulteriore complicazione dettata dal fatto che si deve esplorare il mercato, un mondo sempre più complesso e articolato perchè rispecchia il comportamento degli esseri umani. Per questo motivo il marketing è diventata una disciplina universitaria e per lo stesso motivo sentiamo parlare di innumerevoli definizioni di marketing: relazionale, istituzionale, esperenziale, virale, innovativo etc.

I miei blog sono volutamente brevi perchè ciò che mi interessa è l'essenza dei concetti e quindi penso che, indipendentemente dalla tipologia di marketing che si decida di adottare, dobbiamo accertarci che i pilastri di partenza siano ben saldi e mi rifaccio alle 4 P di Philip Kotler professore universitario di caratura mondiale e padre del marketing che, nonostante la sua età, non rinnega certo il progresso, l'evoluzione e l'innovazione a tal punto di aver aggiunto un'altra P.

PRODUCT - PRICE - PLACE - PROMOTION E ... PEOPLE

Perchè People? Perchè la variabile decisionale del consumatore si è fatta ancora più complessa e difficile da intercettare. C'è stata un'accelerazione nella capacità di scelta, grazie all'avvento del mondo digitale che permette l'accesso a informazioni impensabili fino a poco tempo fa. Ignorarlo per affidarsi alla proprie convinzioni potrebbe essere un grave errore. Come fare? Approfondire lo studio, fare ricerche accurate e strutturate, abolire improvvisazioni o convinzioni storiche che potrebbero trarre in inganno. Poi, dopo la tecnica, ci vuole l'intuito, l'ingegno e la capacità di essere un po' visionari, ma l'imprenditore ne è dotato per sua natura. Ci vuole anche il coraggio di interpretare quello che gli altri non intuiscono e ci vuole la fiducia in ciò che facciamo.

E poi? Si passa all'azione con la fase quattro:"la promozione" e qui entra in scena lei, la comunicazione, che non esplora ma seduce, attrae e si aggiudica l'attenzione del consumatore.

La Comunicazione è l'arte del dialogo; deve essere chiara, veritiera, ma coinvolgente e affascinante. Comunicare una strategia di marketing significa attivare strumenti diversi, armoniosamente sintonizzati tra loro. Tutto ha un signficato importante, le parole, le immagini, i video, a patto che ci sia coerenza e riconoscibilità. Con la comunicazione diamo forma al pensiero, al progetto, al prodotto o al servizio che vogliamo offrire.

In tanti anni di professione mi è capitato di vedere strumenti così diversi tra loro da non capire se si stesse parlando della stessa cosa, ma ho anche assistito a successi formidabili per l'esatto contrario.

Quindi, che si tratti di una campagna pubblicitaria cartacea, affissione, tv o radio accertiamoci di essere immediatamente riconoscibili e la stessa attenzione poniamola negli strumenti cartacei come le nostre brochure, depliant di prodotto, cataloghi, corner o stand espositivi. Dialoghiamo con il nostro pubblico e verremo ascoltati.

Eh sì, il marketing e la comunicazione sono proprio una gran bella coppia.




Strategia di marketing

e comunicazione viaggiano in perfetta sintonia.

Siete d'accordo?

Ti interessa approfondire?

Contattaci


0 visualizzazioni

© 2013 Blulinda SrL
Codice fiscale e numero d'iscrizione

del Registro delle Imprese di BRESCIA

N. 02505620985 - N. REA BS 455494 P.IVA: 02505620985 - Capitale Sociale € 10.000

Via Cipro 66 (Sede Operativa)

Via Armando Diaz 28 (Sede Legale)

Brescia, Italy

direzione@blulinda.it

Informativa-Privacy

All rights reserved

  • Pagina Facebook Blulinda